philosophy

gruppo di progettazione multidisciplinare ( architettura, ingegneria, design ) con sede in Aquilonia, Irpinia d’Oriente. Costituitosi nel 2006, il gruppo è ora formato da Virginio e Vincenzo Tenore, Antonio Di Prenda ed Eleonora Mastrangelo. Lo studio focalizza la sua ricerca sulla progettazione sostenibile lavorando con una metodologia di approccio ai contesti recuperando i patrimoni dismessi, siano essi iconografici che di conoscenze, facendo sinergia con i tessuti produttivi locali, mettendo a sistema le competenze dei territori. Le scale di intervento sono molteplici, dal design di prodotto, alla consulenza aziendale, alla riqualificazione urbana ed ambientale, alla organizzazione e gestione di eventi di promozione e valorizzazione dei territori, agli allestimenti museografici, alle installazioni artistiche, alla  edificazione ex novo e al restauro, lasciando sempre interagire il locale con il globale, la tradizione con il contemporaneo.

Dal 2012 è animatore di un tavolo multidisciplinare denominato RIHABITAT con cui studia strategie di recupero dei centri minori abbandonati delle aree interne, incentrando la ricerca sulla realizzazione di moduli abitativi autosufficienti ( passivi ) e alla configurazione di destinazioni d’uso interattive con i territori ( progetto E.COLONIA ).

Premio INARCH nel 2015 per la migliore opera di riqualificazione architettonica/riuso in Campania.

Selezionato nel 2018 alla 16.ma  Biennale di Architettura di Venezia da Mario Cucinella per Arcipelago Italia, Padiglione Italia.

Pubblicato tra gli atri da Domus, Abitare, Artribune, Repubblica, Letteraventidue

Fa parte del gruppo direttivo INARCH campania dal 2018